Tour turistico a Palermo, cosa visitare nel centro storico della città

cattedrale e teatro massimo di palermo

A Palermo puoi scegliere il tuo Ostello o Bed & breakfast con le tariffe adatte alle tue esigenze per organizzare il tuo soggiorno nel capoluogo siciliano che sia per lavoro, per una vacanza o per qualsiasi altra esigenza.

Il Bed and Breakfast ha solitamente due o più camere destinate all’ospitalità e dotate di tutti i comfort dalla Tv al Wi-Fi passando per l’aria condizionata, il riscaldamento e a volte il minifrigo, ogni camera con il proprio stile.

La maggior parte dei B&B presenti nel centro storico di Palermo dispongono di una rete internet wireless per tutte le camere e tutti offrono una colazione a buffet inclusa nel prezzo.

La colazione è il momento più importante della giornata ed un ottimo start up dal gusto Siciliano sarà garantito dai proprietari che vi faranno sentire a casa nonostante probabilmente i Km di distanza che avrete fatto per raggiungere il capoluogo siciliano.

Palermo è sicuramente una delle città più belle d’Italia e può vantare un patrimonio storico e culturale veramente invidiabile. La ricchezza artistica della città è tale da rendere spesso ardua una scelta concreta sui monumenti da visitare.

Una città d’arte come Palermo non è minimamente rappresentabile su Internet, ma chi viene a Palermo non può dire di esserci stato senza quantomeno aver visitato i luoghi culturali più importanti.

Tour turistico e culturale a Palermo

Il tour palermitano parte da un monumento che costituisce il cuore delle città, la chiesa dedicata alla Vergine Maria Santissima Assunta ossia la Cattedrale. Questa, contraddistinta da una imponenza veramente significativa, racconta la storia della città poiché caratterizzata da diversi stili dipendenti dalle varie fasi di costruzione che si sono susseguite nei secoli.

Il secondo monumento simbolo di Palermo è, senza dubbio, il Teatro Massimo Vittorio Emanuele conosciuto Teatro Massimo. I lavori di costruzione iniziarono verso la fine del 1800 a opera dell’architetto Giovan Battista Filippo Basile.

cattedrale e teatro massimo di palermo
Sempre su via Maqueda troviamo Piazza Bellini sede di altri due importanti monumenti Palermitani: La Chiesa della Martorana e San Cataldo. La prima, il cui vero nome è Santa.

Maria dell’Ammiraglio, è una delle più belle e suggestive chiese italiane, caratterizzata da un intrecciarsi e sovrapporsi di stili. La facciata normanna, semplice e lineare, è stata, ad esempio, sormontata da una barocca. Proprio accanto alla Martorana troviamo la piccola Chiesa di San Cataldo che nonostante le minute dimensioni costituisce un vero e proprio gioiello del patrimonio artistico palermitano. L’esterno della costruzione lascia subito intuire le influenze di tipo islamico poiché l’edificio, semplice e lineare è sormontato da tre cupole rosse, mentre l’interno è caratterizzato da tre piccole navate divise da colonne.

Altra ricchezza palermitana è Palazzo dei Normanni, anche questo caratterizzato da diversi stili influenzati dalle varie dominazioni che hanno caratterizzato la storia di Palermo. Le origini della costruzione risalgono alla dominazione araba mentre successivamente i Normanni modificarono e ampliarono l’edificio fino a farne una reggia di vaste dimensioni. All’interno del Palazzo Reale troviamo la Cappella Palatina, costruita durante il regno diRuggero II. Questa, sita al primo piano del palazzo e dedicata proprio per volere di Ruggero II ai Santi Pietro e Paolo, è caratterizzata da architettura latina e decorazioni bizantine.

Da non perdere assolutamente è Piazza Vigliena conosciuta anche con il nome di Quattro Canti poiché la piazza si trova proprio all’incrocio delle due più importanti strade della città storica (Via Maqueda e Corso Vittorio Emanuele) e divide la città in quattro cantoni.

La Piazza è delimitata da quattro elementi architettonici (uno per ogni lato) in cui sono presenti diverse tipologie di statue. Vicino i Quattro Canti troviamo un’altra Piazza molto importante: Piazza Pretoria. Questa è delimitata per tre lati da altre costruzioni mentre il quarto lato si affaccia su via Maqueda.

Al centro della Piazza abbiamo la Fontana Pretoria, opera dello scultore fiorentino Francesco Camilliani, caratterizzata da statue di mostri, divinità, animali ma anche scale e ovviamente giochi d’acqua. Attorno alla fontana troviamo una cancellata in ferro battuto opera di Giovan Battista Filippo Basile.

Gli ultimi, ma non per importanza, monumenti da considerare sono altre due bellissime chiese ossia la Basilica di San Francesco d’Assisi e la Chiesa della Magione.

La prima è uno dei più importanti centri di culto della religiosità cittadina. Questa Chiesa è stata costruita verso la fine del Duecento ed è stata continuamente rinnovata e modificata nei secoli successivi. Dal XIV secolo in poi vennero realizzati i portali e diverse cappelle sia in stile gotico che rinascimentale. Nel XX secolo, invece, l’originale facciata, andata perduta durante un terremoto avvenuto verso l’inizio dell’Ottocento, venne restaurata e recuperata.

All’interno dell’edificio troviamo opere di artisti come Giacomo Serpotta, Pietro Novelli e Domenico Gagini. Infine altro magnifico monumento palermitano è la Chiesa della Magione il cui vero nome è Basilica della Santissima Trinità. Questa costituisce uno dei migliori esempi di arte arabo normanna e si trova nel cuore del quartiere Kalsa. Nel corso dei secoli anche questa chiesa ha subito varie modifiche e la più nota è l’inserimento di un portale in stile barocco.

Ovviamente le bellezze di Palermo non si fermano ai dieci monumenti elencanti in questo articolo quindi, se possibile, è bene fermarsi in città per almeno un fine settimana e cercare di visitare altri monumenti e altri quartieri.

La città è molto grande ma la maggior parte dei monumenti citati si trova nel centro storico. Ecco perchè, specialmente se si soggiorna per qualche giorno e non si vuole necessariamente affittare un macchina, consigliamo di scegliere un b&b palermo vicino al centro storico, in maniera tale da potersi muovere in tranquillità.
La scelta di bed and breakfast nel centro di Palermo vi permetterà anche di visitare le zone culturali più belle della città muovendovi in alternativa anche con i mezzi pubblici.

Per fare la vostra vacanza a Palermo ricordiamo che praticamente dal mese di Giugno fino a Settembre (le prime due settimane) troverete sempre delle bellissime giornate salvo rari casi. Se non amate le temperature molto alte sconsigliamo comunque il periodo di Agosto tipico di giornate molto afose.

Altamente consigliato quindi, nella scelta del b&b a Palermo, accertarsi che tra i servzi offerti ci sia la presenza di condizionatori/climatizzatori nelle stanze per non trovarsi a gestire notti afose e calde.

Be the first to comment on "Tour turistico a Palermo, cosa visitare nel centro storico della città"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.