I musei di Cortona: custodi di un patrimonio artistico immenso

Il MAEC a Cortona

I musei di Cortona sono paragonabili ai luoghi della “conoscenza universale” che sorgono nelle grandi città d’arte. A differenza dei musei di altre località minori, infatti, conservano opere di inestimabile valore grazie agli importanti artisti che frequentarono la città in passato. Le esposizioni museali sorgono sia nel centro storico sia nelle frazioni circostanti.

Per conoscere Cortona bisogna visitarne i principali musei. Il MAEC, acronimo del Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona, conserva reperti archeologici e opere più recenti. Ospitato nel Palazzo Casali, spicca per la Tabula Cortonensis. Alle testimonianze etrusche e romane si contrappongono opere più recenti come la Maternità di Gino Severini. L’attività espositiva si unisce a quella didattica: Archeogiocando, ad esempio, pone i bambini a stretto contatto con l’arte e la storia.

Anche il Museo Diocesano sorprende per la ricchezza di opere al suo interno. Presso l’ex Chiesa del Gesù sono conservate tele di grandi artisti del passato. Su tutte ricordiamo l’Annunciazione di Beato Angelico o le opere trecentesche di Pietro Lorenzetti. È uno dei pochi musei diocesani italiani a dare in prestito le sue opere!

Cortona è una città etrusca prima che toscana. Nel centro storico o appena fuori le mura sorgono testimonianze dell’antica civiltà dell’Italia centrale, cui si affiancano i segni lasciati dai Romani. Il Parco Archeologico è un percorso che si districa tra le vie del centro e lungo le antiche strade cortonesi. Il Melone I e il Melone II, ambedue tombe etrusche, sono i frutti degli scavi avvenuti in passato.

La passione per la paleontologia di Don Sante Felici, parroco vissuto lo scorso secolo, ha dato vita al Museo di Farneta. Il nome deriva dalla frazione di Cortona, mentre le testimonianze paleontologiche provengono dal territorio circostante.

Il Museo della Civiltà Contadina ricorda la vita rurale fino al secondo dopoguerra e conserva attrezzi agricoli usati dagli avi cortonesi.

Be the first to comment on "I musei di Cortona: custodi di un patrimonio artistico immenso"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.