Vacanze a Istanbul

Spezie al Bazaar di Istanbul


Dove se non a Istanbul i fasti dell’antico oriente si mescolano ai negozi futuristici e alle ultime tendenze occidentali? È sufficiente uscire dall’aeroporto Ataturk per realizzare come la città sia un continuo susseguirsi di moschee, palazzi finemente decorati, mosaici, ma anche hotel di lusso, gallerie d’arte ed eleganti boutique. Sarà forse la posizione geografica, a cavallo tra Asia ed Europa, o la stessa conformazione di Istanbul, divisa in Città Vecchia e Città Nuova dal pittoresco Corno d’Oro, ma ai turisti che visitano ogni anno questa apprezzata destinazione turca non passa inosservato il connubio perfetto tra l’eredità dell’antica Bisanzio e le influenze occidentali.  Nuove forme d’arte e nuove mode si fanno strada sempre più tra le tradizioni del posto, invadendo vecchi capannoni industriali o le antiche dimore dei sultani, trasformate in atelier di stilisti emergenti o moderni musei.

Moschea Blu Istanbul

Non c’è da stupirsi allora dell’enorme successo registrato dalla 12a edizione della Biennale di Istanbul, tenutasi l’anno scorso. Visitatori provenienti da tutto il mondo hanno approfittato di convenienti voli low cost  per ammirare le 500 opere esposte alla manifestazione, dedicata all’artista Felix Gonzales-Torres, di origine cubana. La rassegna del 2011 è “Untitled”, come le opere di Torres, che ha sempre utilizzato il suo talento per affrontare temi importanti come l’omofobia, la lotta all’AIDS e la modernizzazione della società turca. All’interno del Karakoy Antrepo 3 e 5, i visitatori hanno avuto modi di ammirare ammirare 5 mostre collettive, ognuna dedicata ad un tema particolare, e numerose mostre individuali.
Oltre al successo della Biennale, che ha ricevuto critiche positive dagli esperti del settore di tutto il mondo, la crescente importanza dell’arte contemporanea ad Istanbul è testimoniata anche dal diffondersi di gallerie e musei in tutti gli angoli della città. Un posto di rilievo merita l’Istanbul Modern Art, un museo ricavato da un magazzino portuale, che espone sia opere di artisti turchi che collezioni internazionali. Da non perdere anche l’Art Limits, impegnato a presentare i migliori artisti emergenti. Ovviamente nessuna modernizzazione può avere luogo senza un solido bagaglio artistico tradizionale. Così nel magnifico Sultanahmet si alternano alcuni degli edifici più famosi della città: dalla spettacolare Moschea Blu alla cupola di Santa Sofia, dai marmi del Palazzo Topkapi alle ricche collezioni del Museo Archeologico e di quello di Arte Islamica.


Spezie al Bazaar di Istanbul

L’alternanza tra antico e moderno è la caratteristica che più affascina i visitatori di Istanbul, che passano dagli antichi fasti della Città Vecchia ai negozi vintage o ai locali alla moda di Çukurcuma, uno dei quartieri più popolari della città, dove si celano splendide terrazze panoramiche, ristoranti raffinati e un panorama mozzafiato del Mare di Marmara. Nisantasi, invece, è La Mecca degli appassionati di shopping di lusso, che potranno scegliere tra gioielli, oggetti e abiti nati dalla fusione tra antico e moderno. Anche la cucina fa la sua parte nella corsa alla modernità, così gli chef dell’Istanbul Culinary Institute si adoperano per creare piatti gustosi e saporiti, realizzati con ingredienti rigorosamente freschi provenienti dagli orti locali. Insomma se questi sono tempi di grandi cambiamenti, Istanbul non resterà certo a guardare!

Istanbul ponte notturno

Foto di:
http://www.flickr.com/photos/azwegers/
http://www.flickr.com/photos/crug/
http://www.flickr.com/photos/cengizuskuplu/

Be the first to comment on "Vacanze a Istanbul"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.